» » Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli MT Ebook-Ita-Pdf-Narrativa

Download Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli MT Ebook-Ita-Pdf-Narrativa

Download Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli MT Ebook-Ita-Pdf-Narrativa
2.9 MB
E-Books
Language: Italian
Category: E-Books
Title: Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli
Rating: 4.5
Votes: 689
Downloads: 13
Size:
2.9 MB

Files

  • Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli.pdf (2.9 MB)

Info

Contact Giulia 1300 e altri miracoli on Messenger.

Contact Giulia 1300 e altri miracoli on Messenger. it/catalogo visualizza. Se avete voglia di leggerlo mandatemi un messaggio. così mi faccio perdonare per il pochissimo tempo che dedico a questa pagina.

A Diego, quarantenne traumatizzato da un lutto familiare, con un lavoro anonimo e un talento unico per le balle, accade. A Diego, quarantenne traumatizzato da un lutto familiare, con un lavoro anonimo e un talento unico per le balle, accade di imbarcarsi in un’impresa al di sopra delle sue capacità, l’apertura di un agriturismo; accade che decida di farlo in società con due individui visti solo una volta e che in comune con lui hanno esclusivamente la mediocrità; accade anche che.

Use features like bookmarks, note taking and highlighting while reading Giulia 1300 e altri miracoli (Dal mondo) (Italian . Recipients can read on any device.

Recipients can read on any device.

Giulia 1300 e altri miracoli. 1 2 3 4 5. Want to Read. Are you sure you want to remove Giulia 1300 e altri miracoli from your list? Giulia 1300 e altri miracoli. Published 2011 by E/ o in Roma. Check nearby libraries.

to Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli Books. com Fabio Bartolomei: Giulia 1300 E Altri Miracoli.

As of today we have 97,058,247 eBooks for you to download for free. Any Pages 1-24 25-50 51-100 100+. Pub. Year After 2015 After 2010 After 2005 After 2000 After 1990.

Alfa Romeo 1300 and Other Miracles. Diego is a forty-something car salesman with a talent for telling half-truths.






Titolo originale: Giulia 1300 e altri miracoli
Autore: Fabio Bartolomei
1ª ed. originale:2011
Data di pubblicazione: 18 gennaio 2012
Genere: Romanzo
Sottogenere:Narrativa
Editore: E/O
Collana: Tascabili e/o
Grafica copertina: Emanuele Ragnisco
Pagine: 281



Fabio Bartolomei è nato nel 1967 a Roma, dove vive. Scrittore poliedrico, è un affermato pubblicitario e autore di sceneggiature. Nel 2004 ha vinto il Globo d’Oro con il cortometraggio Interno 9. Nel 2011 si è fatto conoscere dal pubblico dei lettori con il suo romanzo Giulia 1300 e altri miracoli. Insegna scrittura creativa. La banda degli invisibili è del 2012.

2011 - Giulia 1300 e altri miracoli
2012 - La banda degli invisibili
2013 - We are family
2014 - Lezioni in Paradiso


A Diego, quarantenne traumatizzato da un lutto familiare, con un lavoro anonimo e un talento unico per le balle, accade di imbarcarsi in un’impresa al di sopra delle sue capacità, l’apertura di un agriturismo; accade che decida di farlo in società con due individui visti solo una volta e che in comune con lui hanno esclusivamente la mediocrità; accade anche che a scongiurare il fallimento immediato sia l’intervento di un comunista nostalgico e che la banale fuga in campagna si trasformi in un atto di resistenza quando nell’agriturismo si presenta un camorrista per chiedere il pizzo. Una “miracolosa” commedia all’italiana che ci fa ridere da pazzi senza nascondere i mali e i difetti del nostro paese.
Incipit:
LUCI DI CLAUDIO
L’ultimo lavoro cinque anni fa…».
«Sì, cinque».
«Addetta alle vendite, ramo moda… di preciso?».
«Commessa. Da Cherì, ha presente? Quel grande negozio a viale Marconi, all’angolo…».
Sorrido ironico e annuisco quando dice “commessa”. Odio i curriculum, odio essere preso in giro, odio l’obbligo che si fanno di riempire almeno due pagine, odio leggere ogni volta “predisposizione al lavoro di gruppo”, odio “inglese buono” e più di tutto odio la sezione “Interessi”. Se ami il cinema, la cucina e hai fatto un corso di massaggio ayurvedico, sai cosa diavolo me ne frega.
«Nel ramo specifico lei non ha nessuna esperienza» dico scorrendo velocemente il curriculum.
«Supermercati no».
«Cerchiamo gente preparata, motivata». Questo è il momento difficile, devo scordarmi del foglio e guardarla negli occhi.
«Ma lo sono, io lo voglio davvero questo posto».
«Dicono tutte così, la prima settimana sono carine e sorridenti, poi…».
«Io sorrido molto, mi alzo sorridente tutte le mattine».
«E poi le passa appena timbrato il cartellino… Vede, qui non scherziamo. Negli altri supermercati ci sono le cassiere, da noi no. Voi siete il biglietto da visita del supermercato, siete la sua immagine. Se voi siete tristi, il supermercato ha un’immagine triste. Sa quanto spendiamo di luce?».
«No… non ne ho idea».
«Trentamila euro l’anno. E sa perché?».
«No».
«Perché l’ambiente dev’essere luminoso, solare. La gente deve arrivare ben disposta alla cassa, incontrare il vostro sorriso e pagare senza rompere i coglioni. Voi siete scontrose? Un cliente su tre romperà i coglioni».
Maledizione, sul finale mi è andata in falsetto la voce.
«Certo».
Mi ha guardato i capelli. Deve averlo fatto per tutto il tempo mentre leggevo il curriculum e adesso le è ricaduto l’occhio sulla mia alopecia.
«Lei pensa di poterlo mantenere questo impegno? Io non spendo trentamila euro l’anno di luce per avere cassiere incazzate».
«Penso di sì».
«Pensa? Ecco, allora ci pensi bene e quando ne sarà sicura torni».
«No no, intendevo dire sì certo, penso proprio di sì, cioè ne sono sicura».
«Ah, un ultimo punto. Lei ha trentadue anni e ancora niente figli…».
«No».
«I figli sono fondamentali…».
«Certo che lo sono».
Ha abboccato. Le avessi chiesto se ha intenzione di avere figli mi avrebbe risposto con il più rassicurante dei no.
«Ma sono fondamentali per lei, non per me. I figli portano problemi e, veda, anch’io ho i miei, tutti qui dentro hanno i loro. E se cominciamo a gravarci a vicenda dei problemi… Sono stato chiaro?».
«Certo, nessun problema».
«Speriamo».


Giulia 1300 e altri miracoli è uno di quei libri che dovreste leggere e basta, senza porvi troppe domande, senza leggere recensioni o commenti e senza lasciarvi sopraffare da indecisioni di qualunque tipo. Aprite il libro e iniziate a leggere.
Forse all'inizio faticherete un po' ad entrare nella storia, Un po' si sente che è un'opera prima e che probabilmente l'autore sta ancora cercando il coraggio di osare. Ma passate la prime pagine questa lieve insicurezza scompare e ci si ritrova immersi in un romanzo incredibile. Oltre che nell'ennesimo, ben riuscito, ritratto della nostra società.
Bartolomei nei suoi libri parla dell'Italia, con tutti i suoi problemi, le sue difficoltà e le sue contraddizioni. E lo fa creando dei personaggi che ben incarnano le diverse caratteristiche che affliggono parte degli italiani di oggi: qui c'è Diego, ad esempio, venditore di auto, insoddisfatto della sua vita, che si ritrova a dover affrontare la morte di un padre che ha conosciuto solo negli ultimi giorni di vita. C'è Fausto, un mezzo naziskin, che truffa la gente vendendo orologi su un canale televisivo, fissato con la palestra e con le donne. C'è Claudio, ipocondriaco per natura, che ha fatto fallire l'impresa storica di famiglia e ha divorziato dalla moglie, di cui è ancora innamorato e che non si stancherà mai di aspettare. Tre persone mediocri, insoddisfatte, insicure che per uno strano destino decidono di aprire insieme un agriturismo nelle campagne campane. A soccorso immediato del loro fallimento arriverà Sergio, un comunista a cui Fausto deve dei soldi. L'attività a poco a poco inizia a funzionare, suscitando l'interesse della camorra che vorrebbe il pizzo. Ma i quattro non hanno nessuna intenzione di cedere (anche se ce l'avessero avuta, ormai è troppo tardi).
E' un libro che fa ridere tanto e di gusto.
Pur trattando temi molto importanti e profondi, quali il divorzio, la morte, l'amore, l'insoddisfazione personale, la camorra e l'ingiustizia, l'integrazione, Bartolomei riesce a inserire la giusta dose di ironia, mettendo in evidenza gli aspetti più buffi e quasi grotteschi della nostra società. E' bella anche l'evoluzione che si trova in ognuno dei personaggi: nei proprietari dell'agriturismo ma anche nei camorristi e di quasi tutte le persone che entrano in contatto con l'agriturismo. Si arriva alla fine, con una forte voglia di riscatto, con la speranza che dopo mille sconfitte nella vita finalmente anche i pareggi e le vittorie possano arrivare. Sia nella vita personale di ognuno di noi sia contro qualcosa di più grande.
Si ride, si piange, ci si commuove. E si arriva alla fine con la voglia di leggere subito qualcos'altro di questo autore.


http://img835.imageshack.us/img835/8892/9s7l.png|http://img633.imageshack.us/img633/9769/NcMATI.png|http://img839.imageshack.us/img839/6927/36vj.png|http://img673.imageshack.us/img673/8803/dKeGXp.png|http://img823.imageshack.us/img823/7678/infoebook.png|http://img633.imageshack.us/img633/5059/prdyOA.jpg|http://img7.imageshack.us/img7/5066/biografiat.png|http://img850.imageshack.us/img850/4793/bibliografiax.png|http://img69.imageshack.us/img69/3121/1ra6.png|http://img839.imageshack.us/img839/372/recensioneca.png|http://img836.imageshack.us/img836/4274/11my.png

Fabio Bartolomei - Giulia 1300 e altri miracoli MT Ebook-Ita-Pdf-Narrativa