» » Ross Macdonald - Il delitto non invecchia MT Ebook-Pdf-Ita-Giallo

Download Ross Macdonald - Il delitto non invecchia MT Ebook-Pdf-Ita-Giallo

Download Ross Macdonald - Il delitto non invecchia MT Ebook-Pdf-Ita-Giallo
1.8 MB
E-Books
Language: Italian
Category: E-Books
Title: Ross Macdonald - Il delitto non invecchia
Rating: 4.4
Votes: 313
Downloads: 12
Size:
1.8 MB

Files

  • Ross Macdonald - Il delitto non invecchia.pdf (1.8 MB)

Info

Instantly convert EPUB, MOBI, AZW, FB2 and other ebook formats to PDF documents with this free online converter

Instantly convert EPUB, MOBI, AZW, FB2 and other ebook formats to PDF documents with this free online converter. You can also drag files to the drop area to start uploading. Wait for the conversion process to finish and download files either one by one, using thumbnails, or in a ZIP archive.

Read online or download eBooks for free. Browse through our eBooks while discovering great authors and exciting books in Italian.

Discover new authors and their books in our eBook community. Here you can find free books. Read online or download eBooks for free. Free eBooks (BookRix only).

1964, Il delitto non invecchia, ( The Chill . Pubblicato come John Ross Macdonald (senza personaggio fisso).

collana I Classici del Giallo Mondadori n. 248, 1976. 1960, Segreto di famiglia, ( The Ferguson Affair ). collana Il Giallo Mondadori n. 664, 1961.

Ross Macdonald Il delitto non. invecchia (The Chill) traduzione di Vincenzo Mantovani Storie vecchie di vent'anni e nuovi delitti, gente che non ricorda o non vuole parlare, personaggi collegati tra loro da legami equivoci, pratiche archiviate che scottano

Ross Macdonald Il delitto non. invecchia (The Chill) traduzione di Vincenzo Mantovani Storie vecchie di vent'anni e nuovi delitti, gente che non ricorda o non vuole parlare, personaggi collegati tra loro da legami equivoci, pratiche archiviate che scottano. Un intrico di passioni, di interessi, di omertà, su cui grava l'atmosfera tragica e minacciosa della morte.

MacDonald Ross - Non Piangete Per Chi Ha Ucciso.

While it was no secret that Ross Macdonald was the pseudonym of Kenneth Millar - a Santa Barbara man married to another good mystery writer, Margaret Millar - his official biography was spare

While it was no secret that Ross Macdonald was the pseudonym of Kenneth Millar - a Santa Barbara man married to another good mystery writer, Margaret Millar - his official biography was spare.

Mentre il tempo passa e Miranda diventa una donna, Emilian non cambia mai, non invecchia di un giorno. Ogni volta che torna a trovarla qualcuno sta male, una donna impazzisce, molte muoiono. A volte l'amore non basta a vincere una maledizione

Mentre il tempo passa e Miranda diventa una donna, Emilian non cambia mai, non invecchia di un giorno. A volte l'amore non basta a vincere una maledizione. To read this book, upload an EPUB or FB2 file to Bookmate.





Titolo originale: The Chill
Titolo italiano: Il delitto non invecchia
Autore: Ross Macdonald
1ª ed. originale: 1963
Data di pubblicazione: luglio 2017
Genere: Romanzo
Sottogenere: Giallo
Editore: Edizione speciale Corriere della sera
Collana: I Classici del giallo americano
Traduzione: Vincenzo Mantovani
Pagine: 313



Ross Macdonald, pseudonimo di Kenneth Millar, nato a Los Gatos (California) il 13 dicembre 1915 è stato uno scrittore statunitense, autore di libri gialli.
Il suo personaggio principale, protagonista di 18 romanzi, è l'investigatore privato Lew Archer. Nel 1974 a Millar/Macdonald è stato conferito il premio "Grand Master" dei Mystery Writers of America. Millar, nato in California da genitori canadesi e cresciuto in Canada, sposò nel 1938 la scrittrice canadese Margaret Sturm, che diverrà poi nota nel mondo letterario col nome di Margaret Millar.
Macdonald è considerato dalla critica il terzo grande autore della letteratura hard boiled, assieme a Dashiell Hammett e Raymond Chandler.
Muore a Santa Barbara l'11 luglio 1983.
Premi letterari
1965 - Gold Dagger Award con il romanzo The Far Side of the Dollar
1982 - Premio Shamus alla carriera


Pubblicati a nome Kenneth Millar
1944 - Il tunnel (The Dark Tunnel)
1946 - Sempre nei guai (Trouble Follows Me)
1947 - La città del diavolo (Blue City)
1948 - L'assassino di mia moglie (The Three Roads)
Pubblicati a nome John Macdonald (serie Lew Archer)
1949 - Bersaglio mobile (The Moving Target)
Pubblicati a nome John Ross Macdonald (serie Lew Archer)
1950 - Il vortice (The Drowning Pool)
1951 - Non piangete per chi ha ucciso (The Way Some People Die)
1952 - Il ghigno d'avorio (The Ivory Grin)
1954 - Non fuggire sceriffo (Find a Victim)
1955 - Il mio nome è Archer (The Name Is Archer)
Pubblicati a nome Ross Macdonald (serie Lew Archer)
1956 - Costa dei barbari (The Barbarous Coast)
1958 - L'inferno è in terra (The Doomsters)
1959 - A un passo dalla sedia (The Galton Case)
1961 - Non fare agli altri... (The Wycherly Woman)
1962 - Il sangue non è acqua (The Zebra Striped Hearse)
1964 - Il delitto non invecchia (The Chill)
1965 - Il vespaio e/o Il passato si sconta sempre(The Far Side of the Dollar)
1966 - Denaro nero (The Black Money)
1968 - Paura di vivere (The Instant Enemy)
1969 - Il mondo è marcio (The Goodbye Look)
1971 - L'uomo sotterraneo (The Underground Man)
1973 - La bella addormentata (Sleeping Beauty)
1976 - Lew Archer e il brivido blu (The Blue Hammer)
2001 - Strangers in Town (Stranieri in città), raccolta di racconti (con tre inediti)
2007 - The Archer Files raccolta di racconti, più undici abbozzi. Inedita in Italia.
Pubblicato come John Ross Macdonald (senza personaggio fisso)
1953 - Hanno rapito un bimbo (Meet Me at the Morgue)
Pubblicato come Ross Macdonald (senza personaggio fisso)
1960 - Segreto di famiglia (The Ferguson Affair)


Quando un adolescente ribelle scompare da un istituto di Los Angeles per ragazzi difficili dove era stato spedito dalla sua ricca famiglia, Archer viene incaricato dal direttore della scuola di ritrovarlo. Sembra un caso semplice, il giovane se l’è svignata mal sopportando la disciplina, e invece la storia diventa via via più intricata. Perché i suoi disperati genitori sono così restii a collaborare col detective, trattenendo informazioni che potrebbero essere di vitale importanza? E perché tutte le piste conducono a un hotel abbandonato di Santa Monica che un tempo ospitava attricette, marinai e truffatori e in cui ora un cadavere ancora caldo fa bella mostra di sé? Muovendosi nell’opulenta società californiana, Archer porterà alla luce gelosie, avidità, depravazione e foschi segreti di famiglia.
Incipit:
1
Le pesanti tendine a disegni rossi sopra le finestre dell'aula del tribunale erano parzialmente socchiuse e lasciavano entrare il sole. Filtrando, la luce gialla faceva impallidire le lampadine elettriche penzolanti dal soffitto alto. Metteva in evidenza, a caso, alcuni particolari della sala: il refrigeratore d'acqua ritto contro il muro rivestito di legno di fronte al banco della giuria, le dita dalle unghie scarlatte della donna che fungeva da cancelliere che sfioravano veloci i tasti della macchina per stenografare, gli occhi esperti della signora Perrine che mi osservavano dal tavolo della difesa. Erano quasi le dodici del secondo e ultimo giorno del suo processo. Io ero l'ultimo testimone a discarico. Il suo avvocato aveva appena finito di interrogarmi.
Il sostituto procuratore rinunciò al contro–interrogatorio e diversi giurati lo guardarono con aria accigliata e perplessa. Il giudice disse che potevo andare.
Dal mio posto sul banco dei testimoni avevo notato il giovanotto seduto tra gli spettatori, in prima fila. Non era uno dei soliti aficionados, casalinghe e pensionati che riempivano una mattinata vuota con le disgrazie altrui. Questo doveva averne di proprie.
I suoi occhi celesti e pensierosi non mi lasciavano un istante, e avevo la sgradevole impressione che non gli sarebbe dispiaciuto mettermi a parte delle sue disgrazie.
Quando m'incamminai lungo la corsia lasciò il suo posto e m'intercettò sulla porta.
«Signor Archer, posso parlarle?»
«Prego.»
Una guardia aprì la porta e ci invitò a uscire. «Fuori, signori. L'udienza è in corso.» Uscimmo nel corridoio. Il giovanotto lanciò un'occhiata torva alla porta che si chiudeva automaticamente.
«Non mi piace farmi sbatacchiare di qua e di là.»
«Non le sembra di esagerare? C'è qualcosa che la rode, amico?»


La figura dell’investigatore privato che in tanti libri gialli racconta in prima persona il dipanarsi delle sue vicende professionali è diventata, anche grazie al veicolo del cinema, il simbolo di una certa atmosfera americana che si respira, per esempio, leggendo le storie nate dalla penna di Dashiel Hammett e Raymond Chandler.
Considerato da molti l’erede di questi ultimi ma senza dubbio meno conosciuto dei due maestri della letteratura hard-boiled, Ross MacDonald ha aggiunto alla galleria dei private eyes il suo Lew Archer, investigatore in fondo molto più umano di quanto i suoi modi spicci e il suo cinismo facciano pensare e figura centrale di una serie di romanzi tra cui ’’Il delitto non invecchia’’.
In quest’opera del 1963, Archer viene avvicinato da Alex Kincaid, che gli chiede aiuto per ritrovare sua moglie Dolly, scomparsa misterosamente il giorno dopo il loro matrimonio. Messosi alla ricerca della ragazza, l’investigatore si troverà invischiato in una vicenda particolarmente intricata. Come una spirale che espandendosi nello spazio e nel tempo trascina al suo interno sempre più persone, l’indagine finirà per fare luce su vari crimini collegati tra di loro.
In una California teatro delle identità fluide, in cui tutti sembrano voler rompere col proprio passato, cambiare nome, camuffarsi e cominciare una nuova vita, la trama congegnata da Ross MacDonald diventa via via più complicata e difficile da seguire, quasi che l’autore volesse sfidarci a tenere il passo del suo scaltro detective privato. Mentre Archer si fa strada tra la nebbia californiana e quella in cui si mescolano verità e menzogne nelle parole degli altri personaggi, le piste si moltiplicano ma il meccanismo narrativo gira con estrema precisione per portarci dritti al colpo di scena finale.
MacDonald cesella frasi scattanti, taglienti, per dipingere un carattere, descrivere un ambiente o renderci partecipi di un suo pensiero, proprio come nella migliore tradizione noir di cui Chandler rimane il maestro, e pur scatenando un turbinio di personaggi riesce a dare ad ognuna di queste figure una sua profondità.
Manipolazioni, gelosie, ossessioni, delitti, famiglie distrutte dai segreti, ricatti, amanti e tradimenti… Archer ha forse già visto e sentito tutto: l’amaro umorismo con cui descrive la gente che lo circonda e il distacco che mostra nei confronti di un altro nuovo incarico sono la conseguenza dell’aver navigato troppo a lungo in queste acque. Eppure qua e là, tra le righe di un romanzo capace di giocare sapientemente con la curiosità del lettore, brilla un lampo di empatia nei confronti delle fragilità e della mutevolezza della natura umana.


http://i.imgur.com/HkDW1EE.png|http://img839.imageshack.us/img839/6927/36vj.png|http://i.imgur.com/vwhDyuL.png|http://img823.imageshack.us/img823/7678/infoebook.png|http://i.imgur.com/VX3Hrhh.jpg|http://img7.imageshack.us/img7/5066/biografiat.png|http://img850.imageshack.us/img850/4793/bibliografiax.png|http://i.imgur.com/kA9G1zV.png|http://img839.imageshack.us/img839/372/recensioneca.png|http://i.imgur.com/vrH3It2.png

Ross Macdonald - Il delitto non invecchia MT Ebook-Pdf-Ita-Giallo