montecorice_2Un’importante vittoria nel nome della tutela del paesaggio e dello sviluppo sostenibile è giunta lo scorzo 25 marzo con la sentenza n. 629 con cui il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, Sezione Staccata di Salerno, Sezione Prima, definitivamente respinto il ricorso proposto dalla Nusco Immobiliare S.r.l. che si era opposta all’annullamento della concessione edilizia del comune di montecorice (Sa) per l’edificazione di 116 appartamenti e vari locali commerciali, per un totale di 54.258 metri cubi di cemento nella frazione di San Nicola a Mare. L’impugmativa mirava all’annullamento della deliberazione della Giunta comunale di Montecorice n. 9 del 21.1.2013, recante il diniego della proposta di P.U.A. avanzata dalla società ricorrente, della delibera di Consiglio comunale n. 10 del 1.2.2013. Dell’iniziativa edificatoria aveva trattato anche il programma di Rai 3 ‘Presa diretta’, nell’ambito del servizio dedicato alle indagini sull’omicidio di Angelo Vassallo, trasmesso il 30 gennaio 2011. Oltre alla ricorrente, si sono costituiti nel giudizio il comune di Montecorice, avvocati Alberto La Gloria e Laura Clarizia, la Provincia di Salerno difesa dall’avvocato Ugo Cornetta e Legambiente Campania rappresentanta dall’avvocato Pasquale D’Angiolillo, la quale ha spiegato intervento ad opponendum a suffragio delle ragioni dell’amministrazione comunale.