immagine presa dal sito it.123rf.com

immagine presa dal sito it.123rf.com

Come avete visto, amato e odiato, il freddo è di nuovo qui. Fra un brivido e l’altro, non cadete nella facile tentazione di alzare il termostato dei vostri condizionatori verso cifre tropicali. Ecco alcuni consigli semplici per dare il vostro contributo al taglio delle emissioni di CO2 e del consumo energetico in generale che faranno bene anche alla vostra bolletta. Ricordare: più caldo significa anche una spesa maggiore.
1. Indossate abiti pesanti anche in casa. Girare in t-shirt e pantaloncini in casa non è sempre un’idea che si associ bene al riparmio energetico. A meno che non siate voi stessi una stufa.
2. Tenere chiuse le stanze. Certo, bisogna far arieggiare le stanze almeno una volta al giorno per favorire un ottimale riciclo dell’aria. Dopo averlo fatto, tenendo chiuse finestre e porte limiterete al minimo la fuoriuscita di aria calda dalla stanza verso, ad esempio, zone di passaggio come il corridoio.
3. Caloriferi e termoconvettori attivi solo in alcune stanze. Se il vostro impianto ve lo permette, attivate i caloriferi solo nelle stanze dove dovrete soggiornare. Se avete dei sistemi di termoconvezione portatili è ancora più semplice. E ricordate il punto 2.
4. Concedetevi caldi momenti di relax con tè e tisane. Cosa c’è di più confortevole dell’abbracciare una tazza calda di tè? E che ne direste di una bella pasta in brodo, un ricco minestrone vegetale, un colorato potage? Pasti completi e fumanti, fonte di calore (e a volte anche di calorie…). In generale, bevete molta acqua, soprattutto a temperatura ambiente, perché aiuta la termoregolazione corporea.
5. Controllare la tenuta di porte e finestre. Spifferi e dispersioni di calore sono fra i primi fattori che contribuiscono a tenere sempre fredda una casa, vanificando l’azione dei vostri impianti di riscaldamento. Se possibile, adottate le doppie finestre per ottenere un migliore effetto coibentante (miglioria detraibile dalla dichiarazione dei redditi). Occhio anche alle guarnizioni che fissano il vetro alla struttura della finestra, quelle che chiudono i bordi delle imposte e delle porte. Non trascurate il buon vecchio serpentone di stoffa per tamponare in maniera economica il problema. Fate entrare molta luce durante il giorno, la luce porta calore.
6. State insieme in un’unica stanza. Questa è una buona scusa per organizzare cenette, feste e momenti di convivialità per riscoprire il piacere dello stare insieme. Parlare e interagire, magari divertirsi fa aumentare il calore di una stanza e, quindi, potrete abbassare il termostato dell’impianto. Magari stazionate in cucina, se abitbile, così da poter sfruttare il calore prodotto dai fornelli per la cottura delle pietanze che andrete a servire.
7.  Fatevi tante coccole. Questa è una variazione sul tema del consiglio 6. Non c’è caldo più piacevole di quello che vi trasmette una persona a cui volete bene… Se siete single beh…
8. Usate termoconvettori. Sul mercato ce ne sono per tutte le tasche e tutte le potenze. Sono più sicuri ed efficienti delle stufe a gas perché soffiano calore senza produrre anidride carbonica, sono direzionabili e rendono più veloce la diffusione del calore rispetto ai termosifoni a parete. Valgono sempre i consigli n° 2, 3 e 5.
9. Uscite il meno possibile. Razionalizzate le uscite quando fa freddo, concentrate più servizi in poche ore. Diminuiranno così le occasioni di esporsi a sbalzi di temperatura e raffreddamenti.
10. Fate ginnastica in casa. Il movimento è il primo nemico del freddo. Non servono costosi attrezzi ginnici, basta un po’ di corsa sul posto, esercizi a corpo libero, bottiglie dell’acqua da usare come pesi leggeri e tonificanti. Questo poi è un consiglio utile anche per restare in forma.

Tagged with →